Home Page
L'azienda
Info Clienti
Tariffe e Bolletta
La Nostra Acqua
La Carta dei Servizi
Sportello On Line
 
                                       CHIUSURA SEDE TORRECUSO - clicca qui per visualizzare il manifestino

                                                                                                                               CHIUSURA SEDE TORRECUSO

 

AVVISO AGLI UTENTI

Si rende noto che a partire da lunedì prossimo 2 novembre, la sede di Torrecuso resterà chiusa al pubblico. Diventerà, infatti, operativa l'aggregazione del Consorzio Cabib a Gesesa S.p.A. Tutte le pratiche afferenti la gestione del Servizio Idrico Integrato relative alle utenze nei Comuni di Castelpoto, Foglianise, Paupisi, Torrecuso e Vitulano dovranno dunque essere svolte presso la sede di Gesesa S.p.A. sita in località Pezzapiana di Benevento. Questi gli orari ed i giorni dedicati agli utenti del Cabib:

MARTEDI' E GIOVEDI' ORE 9.00-12.00 ed ORE 15.00-16.00

Torrecuso, 26 ottobre 2015

 

                                   Via Curti snc 82030 Torrecuso (BN)   Tel. 0824 872266 Fax 0824 51697   

 
News
ECCO COSA FARE PER IL PAGAMENTO DELLE FATTURE INSOLUTE

La procedura che avverte l'Utente di una fattura non pagata, comincia con l'avviso riportato nella bollettazione successiva che comunica il mancato versamento citando il numero, la data e l'importo della fattura insoluta. Una volta acquisita questa comunicazione è bene che l'Utente si accerti, anche telefonicamente presso i nostri uffici (al numero 0824/51697) del persistere di tale situazione (può anche darsi, infatti, che la mancata registrazione del pagamento, che invece è stato fatto, dipenda da ritardi postali). Avutane conferma il consiglio è quello di provvedere subito al pagamento utilizzando il seguente numero di conto corrente postale: 10278828 intestato a: Consorzio Cabib, via Jacopo da Benevento, 35/b - 82100 Benevento, citando nello spazio riservato alla causale il numero dell'Utente, della fattura e la data di essa. Sin qui il percorso per provvedere al saldo di quanto richiesto, è completamente gratuito. In assenza di tale azione da parte dell'Utente, il Consorzio rileva il persistere dell'insolvenza ed avvia la procedura che porterà addirittura alla sospensione del servizio. Tale procedura comincia con una lettera di sollecito, cosiddetto bonario, il cui costo è di 6,00 euro oltre Iva ed il rimborso delle spese postali. Poi, perdurando ancora il mancato pagamento, l'Utente viene avvertito a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno di questa sua inadempienza e viene già fissato, con una data molto lunga, circa un mese, il giorno in cui ci sarà la sospensione del servizio che può essere scongiurato o pagando interamente il debito ovvero recandosi in Ufficio per la dilazione della somma  in tante rate il più possibile vicine alle disponibilità finanziaria dell'Utente. Ma anche questa procedura, come il successivo telegramma che viene inviato nella immediatezza del giorno fissato per la sospensione del servizio, ha un costo. Il consiglio dunque è che c'è tutto il tempo per rientrare nella fase iniziale della procedura di recupero, quella a costo zero, che viene comunicata nella fattura successiva a quella non pagata. E' quella che si consiglia di seguire, senza attardarsi e senza vedersi addebitate ulteriori spese.

 

             

  Powered by Antonio Formichella    -  2007  -                               

consorziocabib@virgilio.it